venerdì 24 ottobre 2008

C'erano una volta...

... Girolamo e Vita, due meravigliose persone, si conobbero e s'innamorano...

(7/10/1921 -14/4/1972)
1941 - Il mio papà Girolamo a vent'anni

Torino, durante il servizio militare in partenza per la Campagna di Russia




1971 - Una delle sue ultime foto prima di lasciarci

Trapani primi anni trenta
La mamma scolaretta, purtroppo allora, quel saluto, era un dovere...

Trapani - 30/5/1939
 La mia mamma, Vita Virzì, a 16 anni

1925
Mazara 1975 a 50 anni


2011 - La mia mamma all'età di 88 anni


2017 

2018 - Novantatreesimo Compleanno



2018
Manuel Sardella (28/11/2017) il mio primo nipotino, con la bisnonna


Piccolo album genealogico 

2/7/1884 - 23/11/1968
Carmela Gigante (nonna paterna)
Figlia di Leonardo Gigante e Angela Virzì 
(il padre Leonardo morì in un naufragio a Porto venere nella notte tra 1l 28 e il 29 novembre 1900)
Carmela e Giuseppe Catalano si sposarono  l'8 febbraio 1905. Lei aveva 20 anni e lui 19. Ebbero 7 figli: Leonardo, Nicolò, Antonino, Anna, Angela (che morì all'età di 5 anni, nel 1921) Girolamo, Angela. Leonardo, Antonino e Angela emigrarono negli USA (New York). Anna Sposò Ingrassia e si trasferì a Taranto. Girolamo mio padre si trasferì a Mazara nel 1950. Mia nonna nel 1948 emigrò negli USA dove raggiunse i suoi figli. Il primo ad emigrare fu Leonardo all'età di 17 anni (era del 1905/6). Sotto il manifesto del transatlantico "America", salpato da Palermo e arrivato a Ellis Island il 27 ottobre 1923 (mio padre che era nato nel 1921 non conobbe mai suo fratello maggiore)
Alla riga 8 lo zio Leonardo (che dichiara come contatto in patri il padre Giuseppe)
La riga 8 si estende su 2 pagine(qui Leonardo dichiara, come contatto negli USA, lo zio Nicolò Gigante, residente al 726 di Liberty Street, Brooklyn, N.Y.)




14/5/1885 - 3/6/1935
Giuseppe Catalano (mio nonno paterno, di professione "fattorino telegrafico")
I genitori erano Leonardo Catalano e Anna La Porta

Pubblicazione di Matrimonio



Atto di Matrimonio



Atto di morte del padre Leonardo - 7/5/1919


Piccola albero genealogico (due generazioni)






del mio bisnonno Leonardo Ingrande

(15/6/1899 -16/8/1988)
Anna Abate (nonna materna)
Ebbe due figli Rosario (morto all'età di due anni e Vita)

(15/9/1894 - 14/1/1970)
Nicolò Virzì (mio nonno materno)

Atto di nascita di mio nonno



 
I nonni da giovani nella loro Trapani



11/09/1920
21/11/1921

Villa Margherita
La mia mamma con la mia nonna 

La mamma con suo zio, Francesco Virzì, fratello di mio nonno, direttore di Macchine



Trascrizione dell'atto di morte di Virzì Diego (28 marzo 1924), l'altro fratello di mio nonno


I miei bisnonni
Giovanni Abate (bisnonno, papà di mia nonna materna)
Orafo e corallaro prima, commerciante di Gioielli poi, a Trapani)
(Aveva un fratello gemello, un motivo ereditario in più, per spiegare perché anch'io ho avuto due figlie gemelle)

Lucia Buscaino (bisnonna materna)
Ebbe 5 figli: Caterina, Anna, Maria, Ignazio e d Emilia


Vita Candia, figlia di Giuseppe e di Maria Cassisa  
(bisnonna materna, sposò Virzì Rosario ed ebbero tre figli Nicolò, Francesco e Diego)


Ascendenti di Vita Candia



Albero Genealogico della Famiglia Virzì (e relativi documenti)


Quadrisnonno: Diego Candia (marittimo) che sposò Anna Lofaso (casalinga) 


Trisnonno: Giuseppe Candia che sposò Maria Cassisa

Nacque a Cannatello e morì nel 1913 a Trapani in via Cuba 10 all'età di 85 anni(come dimostra il documento sottostante, comunicazione fatta dal genero (il mio bisnonno Rosario Virzì)


Atto di morte di Candia Giuseppe


In Sicilia c'è una Cannatello, una frazione di Agrigento, ma dato che non mi risulta questa sia mai stata comune autonomo, é più probabile che si riferisca a Cannitello, oggi frazione di Reggio Calabria, ma fino al 1927 comune autonomo. In Calabrese Cannitello si chiama "Cannateddu", per cui é possibile che dei dichiaranti trapanesi possano aver traslato il nome in "Cannatello".


Atto di morte di Maria Cassisa (all'età di 85 anni)


Atto di Matrimonio di Rosario Virzì e Vita Candia




Il mio bisnonno materno Virzì Rosario era capitano di lungo corso. Di lui non ho foto ma ho l'atto di morte. il povero Rosario, morì in mare, nel 1917. Era al comando della goletta Petronilla Madre, in navigazione verso Tunisi, quando alle 7 e mezzo del mattino, il 3 Luglio 1917, 40 miglia a nord ovest di Pantelleria vennero attaccati da un sommergibile tedesco. Mentre l'equipaggio calava la scialuppa di salvataggio, Rosario accortosi che avevano dimenticato la bussola, risalì per recuperarla ma una scheggia lo colpì, i compagni lo prelevarono ma morì sulla scialuppa circa 3 ore dopo. La scialuppa portò il corpo ed i sopravvissuti, tra cui due figli di Rosario, Francesco e Diego a Pantelleria, dove venne resa la dichiarazione di morte a mare, poi trascritta a Trapani, comune di cittadinanza di Rosario. L'atto di morte erroneamente riporta la madre come Anna Surdo, ma ho trovato una rettifica del 1920, dove Anna viene corretto in Carmela.
Il sottomarino che l'affondò era il SM U-39, un sommergibile di classe U 31, comandato da Walter Forstmann. Questo ufficiale tedesco, all’epoca tenente capitano, è rimasto negli annali come il secondo affondatore per tonnellaggio di tutti i tempi, avendo affondato 149 navi, per un totale di 400 mila tonnellate, tra cui purtroppo le 43 tonnellate della Petronilla Madre.
Nell’equipaggio, tra gli ufficiali, c’erano due persone destinate a diventare più famose del comandante. Uno era il tenente di vascello Martin Niemöller. L’altro era il tenente di vascello Karl Dönitz.
Karl Dönitz diventò grand’ammiraglio, e successe a Adolf Hitler come cancelliere del III Reich, ruolo in cui ordinò la resa agli alleati, poco prima di essere destituito, arrestato e processato a Norimberga, dove si beccò 10 anni di carcere.
Martin Niemöller dopo la guerra studio teologia, divenne un pastore luterano, contrastò il nazismo, venne incarcerato a Dachau, divenne un famoso pacifista, ed è l’autore di un celebre sermone:

Prima vennero per i comunisti | e io non alzai la voce | perché non ero un comunista. | Poi vennero per i socialdemocratici | e io non alzai la voce | perché non ero un socialdemocratico. | Poi vennero per i sindacalisti | e io non alzai la voce | perché non ero un sindacalista. | Poi vennero per gli ebrei | e io non alzai la voce | perché non ero un ebreo. | Poi vennero per me | e allora non era rimasto nessuno | ad alzare la voce per me.


Sommergibile U-39:
l cannone che costò la vita al mio antenato é sulla destra della foto, un cannone navale SK L/45 da 10.5 cm (la sigla sta per "Schnelladekanone Länge 45", in Italiano "Cannone a ricarica rapida calibro 45"), qui un esemplare proveniente da un altro sottomarino:


Questo è il sommergibile U 38 (l'ho pubblicato perchè la foto è più leggibile rispetto all'U 39, ma sono identici)

Il ruolo del tenente di vascello Karl Dönitz sul sottomarino U-39 era quello di Wachoffizier, letteralmente "ufficiale di guardia", in pratica il terzo ufficiale di coperta.
Qui Karl Dönitz in una foto presa sul sottomarino U-39 (la stessa foto é usata nella copertina della biografia di Dönitz, "The Last Führer" di Peter Padfield).

Martin Niemöller
Martin Niemöller in divisa da tenente di vascello nel 1917: il suo ruolo di tenente di vascello sul sottomarino U-39 era quello di Steuermann, timoniere o navigatore, in pratica il secondo ufficiale di coperta. Nel primo dopoguerra diventato sia un pastore che un nazista, raccontò delle sue esperienze di guerra nell'autobiografia "Vom U-Boot zur Kanzel" (Dal sottomarino al pulpito) del 1934.

di Rosario Virzì


parte seconda


Rettifica del nome della madre




(1850 - 7/5/1919)

Catalano Leonardo (bisnonno paterno)


30/10/1856 - 5/7/1934
Angela Virzì (mia bisnonna paterna)


Comincia l'avventura
Trapani - 6 febbraio 1946 - via San Francesco 63

... non aspiravo a diventare piromane, ma siccome non stavo fermo per l'istantanea...
Trapani 1948

Trapani - anno 1948/49 - Giardino d'Infanzia (il primo a sin.)

Mi sono trasferito a Mazara all'età di 4 anni
" Il monello" - Eccomi a Mazara nel 1951

... sul balcone delle Case Popolari
Curiosità: Lo sapevate che il grosso caseggiato popolare (come quello dove ho abitato per qualche tempo) si chiama in lingua italiana Falansterio 

Io e la nonna Anna nella prima casa, le Prime Case Popolari, in via Diodoro Siculo1, sullo sfondo lo stadio "Nino Vaccara". Il balcone era condiviso (vedi barra divisoria) con la famiglia di Santino Anzaldi

Con la mia mamma a Quarara

... e con il mio papà

Carnevale 1955
Mariantonia Pacetto, Marcello Fedele, Alessio Morrione, Pino Catalano




1952/53 - II Elementare - Maestra Di Marco
Enzo Vaccaro, Corso, Diego Accomando, Peppe Barbera, Marcello Hopps, Roberto Salvo, Ettore Ditta, Francesco Gallo, ?, Salvatore Quinci, Pietro Magiaracina, ?, Alessio Morrione, Gianni Buffa, Totino Burgio, Saverio Safina, Piero Di Giovanni, Vito Hopps, Dino Del Forte, Gaspare Tedesco, Pinta, Giacomo Costa, Giacomo Adamo, Pino Catalano, Saro Pizzo, Claudio Grippi, Peppe Modica, Gino D'Andrea, Salvatore Incalcaterra, Nuccio Zambuto, Nicola Ingargiola, Pietro Asaro, Enzo Giardina, Pietro Asaro, Alessi, Zinerco, Nicolò Ferro, Paolo Salvo, ? (assenti: Giacomo Asaro)

1954/55 - IV Elementare - Insegnante Nicolò Scaduto
Diego Accomando, Palmeri, Roberto Salvo, Ettore Ditta, Enzo Giglio, Pietro Manciaracina, Nino Catania, Marcello Hopps, Francesco Gallo, Giurintano, Peppe Barbera, Alessio Morrione, Pino Ferro, Giovanni Modica, Gaspare Tedesco, Vito Hopps, Pino Catalano, Giacomo Costa, Nicolò Ferro, Giacomo Asaro, Antonino Sammaritano, Giovanni Alessi, Giovanni Lisma, Nicola Polizzi, Claudio Giubilato, Vito Sammaritano, Paolo Salvo, Giovanni Cacioppo, Gino D'Andrea, Pietro Asaro, Filippo Calamia, Saro Pizzo, Gianni Buffa, Nicola Ingargiola, Pino Pugliese, Nino Barracco, Claudio Buffa, Santo (Nuccio) Zambuto, Enzo Giardina, Claudio Grippi. (Assenti: Piero Di Giovanni, Dino Del Forte)

1955/56 - V - maestro Nicolò Scaduto
Claudio Giubilato, ?, Salvino Albanese, Diego Accomando, Roberto Salvo, Ettore Ditta, Pino Ferro, Nicola Sciacca, Marcello Hopps, Dino Del Forte, Nicola Ingargiola, Sammaritano, ?, Alessio Morrione, Giovanni Modica, Giovanni Lisma, Sammaritano, Nuccio Zambuto, Gianni Buffa, Piero Di Giovanni, Paolo?, Enzo Giardina (?), Nino Barracco, Claudio Grippi, Pino Catalano, Pino Pugliese, Alessi, 
1957/58 - Prima Media - Prof. Guzzetta (Lettere)
Angelo Arena, Gianni Bua, Totino Burgio, Vito Bonafede, Silvio Manzo, Diego Accomando, Caldarelli, Nino Catania, Massimo Stefanini, Franco Campiofiorito, Giacomo Asaro, Giuseppe Arena, Dino Asaro, Gianni Buffa, Salvino Albanese, Salvatore Abate, Baldassare Bucca, Peppe Modica, Pino Catalano, Barracco, Simone Bonanno, Claudio Buffa, Francesco Asaro, Riccardo Bonafede, Salvatore Buffa, Adriano Burgio, Nicola Polizzi

Stesso anno - Passeggiata a San Vito - Prof. Pavia (Ed.Fisica)

Silvio Manzo, Angelo Arena, Giacomino Asaro, ?, Nino Catania, Gianni Bua, Pino Arena, Caldarelli, Salvino Albanese, Franco Campoforito, Simone Bonanno, Claudio Buffa, Barracco, Giovanni Lisma, Dino Asaro, Nicola Polizzi, Riccardo Bonafede, Salvatore Buffa, Diego Accomando, Pino Catalano, Adriano Burgio, Peppe Modica, Baldassare Bucca, Salvatore Abate, Francesco Asaro, Nino Cartolino, Vito Bonafede

Consuetudine dell'epoca...
... la classica foto di famiglia, la piccola è mia sorella Anna Maria (allora solo pochi eletti avevano una macchina fotografica)

1956 -A 10 anni in occasione della Prima Comunione

1959 - III Media - Compagni di classe - Villa Garibaldi
Pino Catalano, Salvino Albanese, Roberto Rizzo, Adriano Burgio

1957
Al lido Tonnarella, (gestione Pietro Gancitano) con papà e la mia sorellina Anna Maria

Antonietta Rosano (moglie di mio zio Nicola)
Nel 1962/63 mi fece da mamma. Ho frequentato la II liceale allo Ximenes di Trapani e sono stato ospite in casa sua. Donna di una dolcezza e di una bontà infinita. Scomparsa tragicamente in seguito ad un incidente d'auto 

Comunione di Anna Maria - Cavallino Rosso
Girolamo Catalano, Antonietta Rosano, Pino Catalano, Nicola Catalano, Virzì Vita, Peppe Catalano, Anna Maria e Marilina Catalano

Mia nonna paterna
Pino Catalano, Nicola Catalano, Carmela Gigante, Antonietta Rosano, Peppe Catalano, Anna Maria, Marilina
L'unica foto che sono riuscito a recuperare della mia nonnina Carmela, emigrata in America nel 1948 dove andò a trovare tre dei suoi figli. Qui ci troviamo al Porto di Palermo al suo arrivo dagli Stati Uniti, da New York (Brooklyn). Mio padre autore della foto era così emozionato che ci ha "tagliato" le teste (allora le fotocamere non consentivano una comoda regolazione dell'inquadratura).



Anna Catalano (altra sorella di papà che viveva a Taranto, Girolamo Catalano, moglie di Armando Ingrassia, Carmela Gigante, Armando Ingrassia (figlio della zia Anna), zia Antonietta Rosano e Nicola Catalano. I bimbi sono Riccardo (Ricky) Catalano figlio di Nino, Marilina Catalano (mia sorella)


Nonna Carmela, nonno Nicolò, nonna Anna e dietro zia Anna moglie di zio Nino (mia nonna Carmela e mio nonno Nicolò erano cugini, la mamma di mio nonno e il papà di mia nonna fratelli)

Stazione Ferroviaria - JoJo il cugino d'America (figlio della zia Angelina)
Nicola Catalano, Antonietta Rosano, Marlina, Anna Maria, Peppe Catalano, JoJo La Rosa, Bruna e Nicola in braccio Enrico Mazzella

Nel giardino di casa, in via Luigi Vaccara 36
Qui siamo tutti: da sin: mia sorella Bruna in braccio a mia sorella Marilina, io, mio fratello Nicola e mia sorella Anna Maria. Il giardino si affacciava sulla via San Pietro al suo posto venne edificato, in seguito, il mio studio medico, com numero civico 34.

Nicola e Leonardo Catalano
Zio Nanà emigrò in America, New York, a 17 anni. Mio padre ultimo dei figli appena nato, non riuscì a conoscere il fratello maggiore, morì prima del ritorno in Italia del fratello, che venne da turista nel 1976

Marilina, zio Leonardo, Anna Maria, Peppe Catalano, la zia Antonietta Rosano con mia moglie Angela e lo zio Nicola (altro fratello di papà)

12/6/1943
Leonardo La Rosa con Silvana e Angelina Catalano (sorella di mio padre), emigrati in America


... dopo qualche anno

Altro fratello di papà emigrato in America


Antoninoino Catalano, suo figlio Riccardo e sua moglie Anna

Ieri (anni '60)

Zia Anna, Ricky, Jor, John

Oggi (2018) 
Pino, Giovanni e Riccardo Catalano, figli dello zio Nino

1959/60 - V Ginnasio - Insegnante Vita Morsellino (lettere) - Gita a Calatafimi
Nino Moceri - Leonardo Faugiana - Giuseppe Drago - Franca Maria Vaccara Pina Ofrias - Roberto Salvo - Caterina Barbera - Vito Bonafede - Silvio Manzo - Vera Mannone - Adriana Sammartano - Bruna Del Pianta - Peppe Modica e al centro il sottoscritto (assente Antonietta La Paglia ed Enzo La Rosa)
Antonietta La Paglia


Altra foto di quella gita


... pausa pranzo


Pino Catalano, Caterina Barbera, Silvio Manzo, Bruna Del Pianta

1964 - III B - Liceo Classico
Enzo La Rosa, Gino Gancitano, Pina Ofrias, Vera Mannone, Rosanna Corso, Adriana Sammartano, Bruna Del Pianta, Franca Maria Vaccara, Lilla Cutugno, Piera Tumbiolo, Leonardo Faugiana, Nino Di Maria, Roberto Salvo, Ettore Ditta, Silvio Manzo, Peppe Modica, Franco Dilluvio, Pino Catalano, Nino Moceri, Totino Burgio, Peppe Buttari Drago

1964 - Recita di fine anno
(Commedia: "U contra" - di Nino Martoglio)

1964/65 - Università di Padova 
Mariano Foraci (II anno), Pino Catalano (I anno), Nicola La Rocca (II anno)

Villa Jolanda
Trio spensierato: Enzo Pipitone, Pino Catalano e Vito Bonafede

1966 - Palermo - Circo Americano
Gianni Buffa, Pino Catalano

13 novembre 1971
Il giorno della mia laurea

1972: Pronto Soccorso di Mazara
Prima notte di guardia all'Abele Ajello

1974 - Genova - Crociera di Capodanno - Motonave Eugenio C
Cesare Vaccaro, Pino Catalano

Pino Catalano, Natale Russo, Cesare Vaccaro

Durante la crociera, fui premiato per aver vinto una gara di ballo. Presentatore d'eccezione Paolo Villaggio, che assieme ad una intera troupe cinematografica, partecipava alla stessa crociera. Si notano anche, Adolfo Celi e Ugo Tognazzi. Vi erano anche, tra gli altri, Diletta e Vittorio Gasmann.

1974: Sala operatoria - Reparto di Chirurgia
Intervento chirurgico per carcinoma della mammella
Giuseppe Alestra (primario), Giuseppe Colletti, Baldo Denaro (infermiere), Lucio Saladino (anestesista),  Luigi Maini, Dino Calogero (infermiere)

1975 ... un'altra primavera


1976 - Siragusa - Teatro Greco 
Angela Manciaracina, Mariella Burgio, Gianni Buffa


Angela Manciaracina, Pino Catalano, Mariella Burgio

Continua...

Nessun commento:

Posta un commento