martedì 21 aprile 2015

Intitolazione III Scuola Media

La terza Scuola Media Statale e stata intitolata, su proposta del Collegio dei Docenti al pittore mazarese Giuseppe Boscarino (1886-1930). La manifestazione celebrativa è stata presieduta dal preside Giovan Battista Asaro, al prof. Gianni Di steafano, presidente dell'Accademia Selinuntina è stato affidato il compito di parlare di Giuseppe Boscarino e della sua arte. Sono riuscito ad avere alcune foto di quell'evento che qui ho pubblicato.

Francesco Boscarino, don Pietro Foraci, Nicolò Vella, Salvatore Giubilato, Armando Montalbano, Nicola Guida, Maria Vaccara Manzo, Aurelio Burgio, Nicola Sammartano, Silvio Manzo, Grillo, Maria Asaro Bua, Banì Bua, Savalli, Monreale, Mandina, Adriana Asaro, Brigida Di Benedetto, Patrizia Asaro, Felice Di Matteo, Rallo, padre Baldassare Graffagnino, Salvatore Carmicio, Gina D'Amore, Elda Napoli, Maria Sammartano, Giamino Asaro, Alberto Rizzo Marino, Pino Inglese, Grimaudo, Laura Boscarino, Boscarino, Vincenza Magro Alaimo, Patanè, Ketty Buscemi, Quinci, Giovanna Casano, Mariolina Nastasi, Marrone 






Nicola Guida, Armando Montalbano, Salvatore Giubilato, Nicola Vella, padre Pietro Foraci, Francesco Boscarino, Aurelio Burgio e signora, Mandina, Monreale, Rallo, 



Monreale, Casano, Anna Maria Macaluso, Benita Sammartano, Franchino Pizzo, Burzotta, Gina Arena, Pietro Barracco, Giovanni Trapani, Nicola Guida, Paolo Malara, Giulo Pernice, Vita Morsellino, Graziella Marascia, Rosetta La Grutta, Dora Asaro, Iole Monterosso, Cristina D'Asta,   Nicola Di Stefano, Marrone, Antonina Ballatore, Giovan Battista Asaro, Aurora Lenzi, Francesco Boscarino, Rita Mangione, Michele Norrito



Antonina Ballatore, Marrone (applicata di segreteria), Aurora Lenzi, Graziella Marascia, Rosetta La Grutta, Iole Monterosso, Giovan Battista Asaro (preside), Cristina D'Asta, Pietro Barracco



Giulio Pernice, Pietro Barracco, Paolo Malara, Nicola Guida



Nicola Guida (vicepreside), Paolo Malara (segretario)

venerdì 17 aprile 2015

Artisti di Strada

I "Madonnari delle Saracinesche" (o artisti di strada), così li ho voluto definire, impropriamente ma affabilmente, gli artisti che si sono cimentati ad abbellire con le loro opere alcune vie cittadine, utilizzando le saracinesche di locali commerciali come supporto delle loro performace. Si tratta in alcuni casi di vere opere d'arte, che sarebbe riduttivo, attribuirle a semplici studenti del Liceo artistico o a dilettanti. L'iniziativa oltre al plauso della cittadinanza attenta è stata molto apprezzata anche dai turisti che bazzicano per le vie del centro storico e che con le loro foto, contribuiscono a pubblicizzare la nostra cittadina fuori dai confini territoriali. Lodevole ritengo l'iniziativa dell'Amministrazione civica che molto ha fatto negli ultimi tempi per la riqualificazione della città vecchia (in alcuni casi, abbandonata dai residenti).

 
Omaggio al  Santo Patrono

Omaggio a Salvino Catania, artista mazarese scomparso


Opera ispirata dalle tante tragedie del mare che hanno colpito la nostra marineria







Pietro Asaro
Ispirata alle  tragedia delle migrazione sulle carrette del mare










Marascia Manuela

Melinda Ingargiola











Alcuni artisti
Giulia Leoni, Salvo D'Angelo, Fabio Accardo Palumbo, Paolo Asaro

autore...

... la sua opera

... realizzata











Un gruppo degli artisti che si sono cimentanti
Giulia Leoni, Salvo D'Angelo, Fabio Accardo, Palumbo, Paolo Asaro

Due due fratelli, due autori... 

Salvo D'Angelo


Fabio D'Angelo

Le fasi della lavorazione

Salvo


Fabio

L'opera dei D'Angelo finita