sabato 19 febbraio 2011

Sport vari

Nuoto
Gara di nuoto Lungomare Giuseppe Mazzini

Corsa di Cavalli
Corso Umberto I


Motociclismo - Gare nel Circuito Urbano - In seguito vietate
Il motociclista sta curvan do in corso Umberto I per raggiungere piazza Mokarta


Anni Quaranta

Tennis amatoriale in Casa Vaccara




mercoledì 16 febbraio 2011

Manifestazioni

Anni quaranta - Saggio Ginnico - Stadio Comunale "Nino Vaccara"
Allora ogni anno si eseguivano i saggi ginnici in tutte le scuole elementari. Disposizione che durò sino agli anni cinquanta

Anni Cinquanta - Cine Teatro vaccara
Salvatore Barbera (direttore didattico), ?, Antonino Messina (direttore didattico), Giovanni Pellegrino (vice preside S.M. Statale)

Altra manifestazione
Salvatore Barbera, Baldassare Bua, Marisa?, Oscar Orefice, Nicolò Savalli, Mimma Barbera, Elena Lombardo, Maria Quinci Rocca, Giacomo Mandina, Giovanna Lanzarone, Antonietta Mauro, Pina Rizzo (con la mamma), Dino e Luigi Del Forte

Saggi Ginnici
Erano di moda negli anni cinquanta. I maestri durante l'ora di educazione fisica preparavano i ragazzi anche alle adunate atletiche di fine anno (strascico delle indicazioni perentorie che vennero durante il fascismo). Tutti gl'insegnanti tenevano a fare buona figura e s'impegnavano molto. Io ebbi la fortuna di avere come educatore il maestro Nicolò Scaduto che ci impartiva le lezioni di ginnastica come avrebbe fatto un vero allenatore di atletica e ci faceva impegnare quotidianamente in tale disciplina, tanto che noi primeggiavamo su tutti e il nostro posto, nelle manifestazioni era sempre quello delle prime file. A queste adunate partecipavano tutte le scuole elementari, maschili e femminili e la grande sagra, dato il numero considerevole dei partecipante si teneva in grandi spiazzi non scolastici.

Francesco Safina (sindaco), Francesco Vacca (provveditore), Nino Messina (direttore didattico I Circolo), Caterina Cangelosi. Poi Gaspare Vento, Hopps, 

1954
Flora Savona, Nino Messina, Provveditore, Salvatore Barbera, Giuseppe Mauro


Aldo La Manna (commissario di P.S.), Salvatore Barbera, Nino Messina, Nicolò Savalli (dietro si notano Margherita Buscemi, Rosetta Noce, Franca Passanante)

Classe III Elementare
Ingresso al campo sportivo "Nino Vaccara" della nostra squadra per schierarci in prima fila. Riconosco: Pino Pugliese, Saro Pizzo, Pino Catalano, Piero Di Giovanni, Gianni Buffa, Ettore Ditta, Vito Hopps, Gallo, Vito Bonafede, Roberto Salvo 


Saggi Ginnici nello spiazzale della Scuola
In preparazione del grande evento di fine anno, si svolgevano anche saggi durante l'anno nei piazzali delle scuole
Santa Veneranda
Piero Di Giovanni, Gianni buffa, Giovanni Lisma


Gianni Buffa, Dino del Forte





In prima fila si notano: Peppe Modica, Silvio Manzo, Saverio Safina, Piero Giacalone


Sammaritano, Girolamo Pipitone

Campo sportivo "Nino Vaccara" - Saggi aperti al pubblico
Ingresso delle scolaresche

Rassegna
Provveditore e i due direttori didattici Messina e Barbera





Uno dei tanti Saggi ginnici che si organizzavano ogni anno 


Michele Pinta

1959 - Piccoli Vigili Urbani
Per un breve periodo di tempo si organizzarono anche manifestazioni di tipo educativo, quale quelle di Educazione Stradale




... quando nell'ambito delle lezioni di Educazione civica, si trasmettevano valori!
Franco Bucca, Simone Cricchio

Era previsto anche un mini corso di Pronto Soccorso
Maestro Placido Maltese, e le maestre vestite da infermiere (Angela Balsamo)




Il discorso del provveditore agli Studi
Francesca Ganci, Mario Balsamo, Placido Maltese, provveditore, Nino Messina, Salvatore Barbera, Vincenzo Guida 

Placido Maltese, Mario Balsamo, Nino Messina, Provveditore, Salvatore Barbera, Vincenzo Guida, Vito Rallo (bidello)
1960
Bonomo

martedì 15 febbraio 2011

Scuola Elementare: Varie

La gavetta in periferia
Lina Misuraca e Costanza Bilà

... in un plesso dislocato in piazza Macello

1956 - Santa Veneranda 2° Circolo didattico - 
Prof. Nicolino La Grutta (dipendente del Provveditorato), Provveditore Francesco Vacca, Nino Messina (direttore didattico)

Nicolò La Grutta, Costanza Bilà, Caterina Cangelosi, Francesco Vacca (provveditore)

Pietro Messina, Salvatore Giubilato, Urso, Lina Misuraca, Nino Messina, Cocò Scaduto, Banì Bua

Pierino Cusumano, Francesco Modica, Banì Bua, Alberto Rizzo, Nino Messina, Monteleone, Salvatore Alaimo, Vincenzo Guida

Cerimonia per la consegna degli attestati di merito annuali alle maestre
Nino Messina
Consegna attestato di merito
Rosa Di Paola Frazzetta 

Angela Balsamo

Vita Scimemi - Angela Balsamo

Anni Sessanta
Una delle tante occasioni in cui veniva il provveditore
Don Pietro Foraci (vicario generale), Lorenzo Fasulo (sindaco), Francesco Vacca (provveditore), Antonino Messina

venerdì 11 febbraio 2011

Operatori nell'ambito della Marineria

L'ultimo maestro calafato - Antonino Quinci (1933 - 2011)
Il calafataggio è una tecnica di impermeabilizzazione dello scafo in legno eseguita dal mastro calafato. Questa crea una giunzione tra le tavole del fasciame in grado di reggere il mare e resistere nel tempo. In passato la tecnica consisteva essenzialmente nell'inserire tra il fasciame che costituisce lo scafo delle fibre, spesso canapa o stoppa, impregnate di pece. Attualmente viene utilizzata la cotonina o la canapa e resine sintetiche o catrame. L'azione avviene manualmente usando una mazzuola di legno, detto "maglio da calafato", e un particolare scalpello a punta piatta, detto "malabestia", che permette di spingere la fibra senza tagliarla, all'interno dei "comenti", ovvero le connessioni tra le tavole del fasciame. 

"Sarcituri" 
Molti marinai dopo una certa età, si dedicano alla manutenzione delle reti, diventano "magazzinieri", gestiscono i magazzini dove sono depositati le reti, i pezzi di ricambio del corredo per le barche. Riparare le reti è uno dei compiti principali svolto da queste figure professionali. 




1970 
Giacalone Matteo 





Francesco Colorito 

1975 - Lungomare Giuseppe Mazzini 
Le sei foto che seguono le ho scattate io 


documentano come i nostri marinai riparavano le reti e dove preferivano farlo 








Quando il danno era contenuto si procedeva direttamente a bordo per la riparazione